Patchouly

Dagli anni Settanta al terzo Millennio: il profumo del Patchouly, dalla nota calda, speziata e intensa, non ha perso nel tempo il suo potere seduttivo, anzi, il suo fascino oggi è reso ancora più unico dalle formulazioni di questa linea di prodotti nata nei Laboratori dell’Erbolario. Splendidamente odorose sono le foglie della piccola pianta di Patchouly della famiglia delle Lamiaceae e originaria dell’Asia: lasciate seccare, nel XVIII e nel XIX secolo erano utilizzate dai commercianti in viaggio dalla Cina verso il Medio Oriente, per avvolgere preziose sete, con l’intento di proteggere i manufatti di pregio dalle tarme.

Questa fragranza è stata a lungo considerata simbolo di lusso, tanto che si ritiene che la regina Vittoria se ne servisse per profumare la sua biancheria. Di nuovo alla ribalta negli Anni Settanta, il Patchouly ha connotato con il suo sentore la rivoluzione culturale, il desiderio di libertà e rinnovamento propagandati e vissuti dalla generazione delle contestazioni studentesche, e dal movimento degli hippy sull’onda dei viaggi in India. E ancora, gli accordi sensuali di questa fragranza vantano la capacità di indurre alla meditazione, al rilassamento, all’equilibrio interiore. Dall’antica lingua asiatica Tamil, patch significa verde e ilai foglia: da queste verdi foglie, dunque, l’Erbolario ha ricavato un eccellente Olio essenziale, una purissima Acqua distillata e un Estratto idroglicerico ricco di flavonoidi, dalle spiccate virtù protettive, nutrienti e antiossidanti, pronte oggi a offrire un fragrante ristoro non solo per rinfrancare lo spirito, ma soprattutto per donare alla pelle un validissimo contributo tonificante.

Leggi tutto
L’Erbolario La naturale bellezza 100% italiana

Viale Milano, 74
26900 Lodi
Tel. +39 0371.4911
Fax +39 0371.491411
Contattaci

© L’Erbolario - P.Iva 07580080153 - Privacy - Dati societari
Powered by Blulab