Essere amici della Natura è la nostra natura!

Fin dal 2002 L’Erbolario, tramite il suo Sistema di Gestione Ambientale UNI EN ISO 14001, si è impegnato a minimizzare l’impatto ambientale delle proprie attività produttive.

Diverse le soluzioni adottate a tal fine:

  • Energia rinnovabile – Per le nostre attività produttive utilizziamo energia autoprodotta nel nostro nuovo parco fotovoltaico da 977 kWp. Grazie a questa scelta, ogni anno, in condizioni meteorologiche medie, evitiamo l’emissione di oltre 500 tonnellate di Co2, pari a più di 3500 alberi piantati.
  • Zero impatto – Aderiamo al progetto Impatto Zero® di LifeGate.
  • Solare termico – L’acqua calda sanitaria proviene da pannelli solari. Inoltre, nella nostra sede di San Grato, adottiamo tanti e diversi accorgimenti “ecologici”.
  • Risparmio energetico – Nel 2012 abbiamo inaugurato un nuovo Polo Logistico di 25.000 mq progettato e realizzato nella prospettiva di massimizzare il risparmio energetico mediante l’impiego di efficienti sistemi di autoproduzione d’energia da fonti rinnovabili (energia solare e geotermica).
  • Filiera cortissima – Sempre fedeli a una logica di filiera cortissima, i fitocosmetici dell’Erbolario arrivano così direttamente dal produttore all’Erboristeria e alla Farmacia, senza distributori, concessionari, grossisti, rivenditori vari! Abbiamo deciso poi di non delocalizzare alcuna fase lavorativa in paesi terzi: aspetto importante per ridurre ulteriormente l’impatto ambientale dei nostri prodotti. E ancora più corta abbiamo reso la nostra filiera produttiva: abbiamo allestito un avanzato Laboratorio di Ricerca Estratti in cui l’estrazione dei principi attivi viene realizzata partendo da specie vegetali rigorosamente selezionate, senza l’impiego di solventi chimici, ma unicamente con glicerina e oli vegetali. Dalla pianta al vasetto o al flacone, possiamo ben dire!
  • Ricette vegane – Abbiamo partecipato all’iniziativa “MercoledìVeg”, promossa in collaborazione con la LAV (Lega Anti Vivisezione) con la volontà di dimostrare che, evitando per un solo giorno alla settimana alimenti di origine animale, possiamo conseguire un significativo abbattimento delle emissioni di gas serra e dell’impiego di risorse idriche. Clicca qui per scoprire tutte le ricette!
  • No agli sprechi! – Abbiamo eliminato i foglietti illustrativi dei nostri prodotti e scelto di stampare il testo all’interno delle confezioni.
  • Carta e imballi “rispettosi” – Per tutti gli articoli in carta e cartoncino utilizziamo solo materiali certificati FSC®, contribuendo a supportare una gestione corretta e responsabile delle risorse forestali; prediligiamo, inoltre, ove possibile, la scelta di materiali riciclati e a loro volta riciclabili.
  • Anche la spesa è “ riciclata e riciclabile”! –  Le nostre buste in carta sono realizzate con una quota di carta riciclata pari all’80% e decorate esclusivamente con inchiostri a base d’acqua. Sono biodegradabili, compostabili e interamente riciclabili.

 

14 semplici consigli verdi 

per rendere verde la tua impronta

Consuma il necessario e l’ecologico!

Consuma il necessario e l’ecologico!

Usa prodotti a ridotto impatto ambientale, strettamente necessari e che durano di più
(ciò che avanza è un rifiuto, non dimenticarlo!)!

Più vegetali e meno animali!

Più vegetali e meno animali!

Prediligi una dieta basata su frutta e verdura riducendo il consumo di carne.
Abbassiamo con pochi gesti sia il nostro peso che le emissioni di gas serra!

Se esci spegni tutto!

Se esci spegni tutto!

Gli apparecchi elettronici non hanno bisogno di rimanere in stand-by
quando non vengono utilizzati! Anche sul lavoro risparmia: imposta sul pc lo spegnimento dello schermo se non lo usi per 2-5 minuti.

Un controllo che vale un risparmio!

Un controllo che vale un risparmio!

Una corretta e periodica manutenzione  degli elettrodomestici e degli impianti di casa garantisce un elevato livello di sicurezza ed efficienza degli stessi e vigila sul risparmio energetico anche della bolletta!

Ricarichiamoci ricaricando!Ricarichiamoci ricaricando!

Se proprio devi utilizzare delle pile usa la versione ricaricabile che può essere riutilizzata più e più volte. Smaltiamo il meno possibile!

Libera il calore!

Libera il calore!

Usa para-spifferi fatti anche a mano, lascia i termosifoni liberi da tende o altri impedimenti
in modo da facilitare un’ottimale diffusione del caldo.

Ratatouille sì… ma con coscienza!

Ratatouille sì… ma con coscienza!

Scegli una pentola proporzionata alle dimensioni del fornello, coprila con un coperchio durante la cottura e abbassa la fiamma una volta raggiunta l’ebollizione. Per porzioni ridotte scegli un fornetto elettrico rispetto al forno tradizionale; se non ti è possibile accendi il forno solo quando necessario, senza eccedere con il preriscaldamento e ricordati di spegnerlo poco prima della fine della cottura in modo da sfruttare il calore residuo.

Tutti in bici o sul bus!!!!

Bici, bici, bici!

No all’auto per brevi spostamenti: opta per i mezzi pubblici o, al massimo,
per la condivisione dell’auto con chi percorre ilo stesso tragitto.

Ricicla! Ricicla! Ricicla!

Ricicla! Ricicla! Ricicla!

Smaltendo correttamente i rifiuti dai nuova vita a ciò che butti!

Non essere una massaia esausta:

Non essere una massaia esausta!

Non gettare l’olio esausto nei tubi di scarico della cucina, ma destinalo alle apposite isole ecologiche! Un solo kg d’olio inquina fino a 1.000 metri cubi d’acqua!

Laviamoci senza spreco!

Laviamoci senza spreco!

Evita di tenere inutilmente aperto il rubinetto, chiudilo mentre ti insaponi o ti lavi i denti. Gli intervalli dei tempi d’uso sono sempre lunghi e comportano uno spreco di litri e litri d’acqua.

Infrangi il consumo col frangigetto!

Infrangi il consumo col frangigetto!

Ottimo l’uso di questi dispositivi applicati ai rubinetti:
miscelando aria con l’acqua consentono di ridurne l’impiego fino al 50%.

Premia chi non “abbatte”!Premia chi non “abbatte”!

Acquista prodotti confezionati in imballaggi semplici, a basso impatto ambientale riciclati
o facilmente riciclabili, come quelli mono-materiale.

“Zucche e Meloni hanno le loro stagioni!”

“Zucche e Meloni hanno le loro stagioni!”

Meno carne e più frutta e verdura di stagione a garanzia di una maggiore genuinità del prodotto e a discapito delle coltivazioni intensive e delle monocolture, principali responsabili dell’impoverimento del terreno, dell’inquinamento del suolo e delle acque dovuto all’uso eccessivo di fertilizzanti e fitofarmaci.