Tutte di segno positivo sono le simbologie legate a una delle più vivaci tonalità esistenti: l’Arancione. Questo intenso colore si sintonizza appieno con la vitalità e l’armonia interiore e ha un effetto riequilibrante sullo stato d’animo. Si dice anche che rappresenti il bisogno di esperienze da cui trarre sensazioni piacevoli e rigeneranti: ecco perché laLeggi tutto (…)

Tutte di segno positivo sono le simbologie legate a una delle più vivaci tonalità esistenti: l’Arancione. Questo intenso colore si sintonizza appieno con la vitalità e l’armonia interiore e ha un effetto riequilibrante sullo stato d’animo. Si dice anche che rappresenti il bisogno di esperienze da cui trarre sensazioni piacevoli e rigeneranti: ecco perché la pelle del corpo con entusiasmo si affiderà all’efficacia di Accordo Arancio, una linea di ottime ricette dedicate alla sua bellezza, la cui fresca fragranza si distingue per una positiva, luminosa energia. Premiante per l’epidermide si rivela il valore delle azioni fitocosmetiche di pregiati ingredienti vegetali, tra cui spiccano tre frutti, tutti di colore Arancione, selezionati dalla Ricerca de L’Erbolario per le loro virtù a favore della compattezza dei tessuti cutanei: il Mandarino, l’Arancia amara e l’Alchechengi.

Il Paese originario del primo di questi, il Mandarino, si supponeva fosse la Cina: così, una volta apparso in Europa a metà dell’Ottocento, il colore del frutto fu associato a quello delle vesti dei nobili governanti cinesi dell’antichità, i Mandarini. L’Erbolario l’ha scelto per la sue elevata quota di flavonoidi, Vitamina C, vitamine del Gruppo B e A, Ferro, Magnesio e Acido folico: in questi prodotti sono racchiusi gli estratti dalla sua polpa, foglie e scorza, e una pura Acqua distillata dai frutti, il tutto per assicurare alla pelle effetti antiossidanti e protettivi. L’Arancia amara, che proviene dalla pianta di Citrus aurantium, fece il suo ingresso in Sicilia grazie agli Arabi che la coltivavano dalla fine del primo millennio. Era molto impiegata anche dalla medicina tradizionale cinese, per le doti stimolanti a vantaggio delle funzioni vitali fisiologiche. Qui entra in campo per dispensare elasticità all’epidermide, in forza delle proprietà addolcenti e tonificanti dell’estratto ottenuto dalla sua scorza. Ricco è infine il contenuto in Tannini, Vitamine, Saccaridi e Sali minerali dell’Alchechengi, una bacca commestibile il cui nome significa “bolla”, poiché il calice che racchiude il suo frutto ha un’aggraziata forma sferica: i suoi attivi impreziosiscono l’estratto idroglicerico che rende queste formule capaci di idratare e risvegliare la freschezza della pelle. L’Arancio da oggi si addice davvero a un’epidermide morbida e levigata grazie agli effetti di queste specialità: una tonalità appassionata come l’Accordo ricercato del suo profumo, ideale compagno quotidiano di ogni Donna e di ogni Uomo.